MEMB

Museo Etnologico Monza e Brianza - il nuovo sito del MEMB è in fase di aggiornamento

Abb. bambino

abiti bimbo

Il patrimonio di oggetti del Memb ci racconta come nelle famiglie il primo abito del bambino, quello del battesimo, avesse molta importanza. I vestiti da battesimo sono spesso adorni di trine e merletti finissimi, di ricami preziosi su sete o batista di lino. Prezioso il completo culla in seta e tulle dei primi anni del Novecento, il completo in merletto di seta dell’Ottocento o il completo con portenfants in crepe di seta ricamato a mano con fiori del 1906. Il più antico è il completo battesimo in seta chantilly écru,del 1790. Anche nei ceti semplici, il battesimo del neonato era celebrato con decoro: il vestitino era di cotone bianco candido in piquet a nido d’ape o di mussola, con ricami smerlati e pizzi di cotone o filo all’uncinetto, il portenfants era un semplice cuscino con una federa. Le cuffie per il capo del neonato, potevano essere usate sia per la notte sia per il giorno. Cuffiette, bavaglini e camicie, portate sopra le fasce del neonato, potevano essere semplici o “guarniti” di pizzi e nastri, in seta ricamati o in semplice cotone.
Non si può parlare di neonato senza citare la culla. Generalmente in vimini, in legno o in ferro. Le collezioni ne conservano quattro con i loro accessori: dai cuscini ai paraurti, dalle copertine alle lenzuola con federe. Quando il neonato non dormiva veniva posto nel “reggibimbo” o “strenciroeu”, completamente fasciato, non essendo ancora capace di reggersi in piedi. Alla base, sotto i piedini, c’erano dischi posizionati uno sopra l’altro, che servivano per sostenerlo. Mano a mano che cresceva venivano sfilati. Il girello in legno o in vimini serviva per facilitare i cosiddetti “primi passi”. Una alternativa di cui il MEMB possiede un esempio, è la cosiddetta “corriera” costituita da un quadretto di legno con un foro nel centro che scorreva lungo assi laterali di sostegno. Uno dei pezzi singolari è il biberon in vetro dell’inizio del Novecento.
Una volta cresciuto l’abbigliamento del bambino seguiva le mode del momento. Nell’Ottocento l’abbigliamento infantile propone il vestito alla marinara, una blusa con grande collo quadrato. Bello quello da bambina del 1920 formato da gonna e giubbetto con collo alla marinara, in cotone grezzo leggero, di colore rosso, apertura sul davanti fermata da un nastro bianco di seta annodato a fiocco. Altro vestitino tipico è quello da bambina  in tela batista bianca, con carrè, polsino e maniche lunghe in “pizzo sangallo”. La vita lunga termina con due balze dello stesso pizzo.

Completo da battesimo

Abito in pizzo chantilly ecru e cuffia in pizzo chantilly ecru, doppio profilo di pizzo arricciato, fodera in seta, primo Novecento. Donazione Battazzi Favini, Monza

Fasce

Fasce per neonato in piquet di cotone operato, finiture a punto festone, con pizzo sangallo, merletto. Fine Ottocento, donazione Fernanda Remartini Scali, Terenzi, Luisa Crescio Nava, Bice Rivolta Monguzzi.

Bavaglini e cuffie

Bavaglini in cotone rifinito con pizzo all`uncinetto, in piquet di cotone, in pizzo Cantù; Cuffia in pizzo Rinascimento, in tulle, in merletto e filet, in mussolina di cotone. Primo Novecento, donazione Silvia Canali Ferroni, Antonietti Redaelli, Menni Acquati, Giulio Romario Fumagalli, Luisa Crescio Nava.

Camicini e scarpe

Scarpe da neonato in tessuto piquet bianco, in seta ricamata, in tessuto di lino; Camicini in lino con pizzo di sangallo, ricamato a punto pieno, 1890-1930. Donazione Lidia Scaglione, Menni Acquati, Lucia Lizzini Scansani.

Abito, ombrello e foto

Abito da bambina in batista bianca con impunture verticali, carrè, polso e gonna a balze in pizzo sangallo. Omprello da sole in cotone ecrù ricamato in stile floreale a intaglio; manico in legno, 1910 Donazione Pina Sacconaghi

Abito da bambina

Abito alla marinara da bambina, in cotone grezzo rosso; giubbetto con collo alla marinara e gonna a pieghe stirate, 1920. Donazione Pierina Colombo

Abito da bambino

Abito da bambino in cotone grezzo, con motivi geometrici a greca, scollo, maniche e orlo finiti con nastro con fiori stilizzati, pizzo sangallo al collo, cintura a cordone, 1905. Donazione Pina Sacconaghi

Completo da battesimo

Completo (abito, cuffia, federa per cuscino, coperta) in raso di seta e tulle ecrù, maniche con applicazione in stile arabesco, rifinite con nastro in raso di seta e bordo in pizzo di tulle, 1790. Donazione Giuseppe Castelli

Stringireu

Struttura in legno per bambini in fasce, fine Ottocento. Donazione Paola Calderaia